Pozzo nero: come funziona e come viene pulito

Quando si installa un pozzo nero

Un pozzo nero si installa per risolvere il problema degli scarichi domestici di un’abitazione che si trova in un punto isolato. Può infatti capitare che la casa non sia raggiunta dalla rete pubblica di fognatura. In altri casi, è la rete di fognatura a non essere ben svalutata. Se la rete non è capillare, allora si deve far ricorso al pozzo nero. Questa specie di vasca sotterranea ha il compito di raccogliere tutte le acque grigie e nere che provengono da un’abitazione. Il pozzo nero ha solo condotte in entrate nessun in uscita e ciò vuol dire che il livello al uso interno si alza con il passare del tempo. Non avendo tubature in uscita, il pozzo nero si riempie ogni volta che si apre un rubinetto, si tira lo sciacquone, si accende la lavastoviglie, si fa la doccia, si fa il bucato etc. aumentando il livello del liquido al suo interno.

Come si svuota e pulisce

Per poter svuotare il pozzo nero è indispensabile chiamare degli esperti che si occupino dello spurgo. Come prima cosa, si preleva tutta al parte liquida grazie a un’autobotte. La seconda fase prevede di usare dei getti di acqua pressurizzata per poter staccare dalle pareti e dal fondo i fanghi depositata e lo sporco. Tutto il materiale che viene tolto dal pozzo nero deve esser portato presso un impianto di depurazione delle acque.

Quando chiamare

Si deve chiamare per uno sporgo professionale ogni volta che il livello dentro al pozzo è alto. Onde evitare degli sversamenti di liquami inquinino il terreno. È doveroso controllare di tanto in tato e chiamare quado il pozzo è quasi pieno. È molto improntante chiamare al più presto anche quando si sentono dei cattivi odori provenire dai tubi, ma soprattutto quando l’odore forte è all’esterno, probabilmente, c’è stata una rottura che ha portato le acque nere e infiltrarsi nel terreno.

Per prenotare subito un intervento, vai su www.prontointervento.eu