Autocamp Sadobre - Campo di Trens (Freienfeld)

Indirizzo:A22 - Campo di Trens (Freienfeld), Campo di Trens (Freienfeld) (BZ)

Contatti: Tel.: +39 335.8121093

L'area sosta camper e caravan attrezzata Autocamp Sadrobe si trova nella localita' Campo di Trens, per accedervi si rimane comunque nell'autostrada A22 ma imboccando l'uscita per l'area di servizio di fronte al ristorante TopStop (+39 0472.721791) e alla ex dogana.

L'area di sosta autostradale è a pagamento (€ 13,00) compreso allacciamenti alla corrente elettrica e servizio carico e scarico delle acque, la gestione è privata e il piazzale recintato è custodito e anche videosorvegliato, l'ingresso è regolamentato con la reception e sbarra automatica.

L'enorme piazzale asfaltato e illuminato da lampioni pubblici ha dei spartitraffico con erba e una ombreggiatura parziale, molto tranquilla e poco rumorosa malgrado la vicinanza dell'autostrada, pulita ed in ordine si presenta accogliente, questa area camper è quasi una tappa obbligata per molte famiglie itineranti che dall'Italia o dall'estero quì trovano relax magari dopo aver guidato moltissimi chilometri.

Nell'area sosta Autocamp c'è un camper service ed è ubicato in un angolo e lontano dalle piazzole, molto semplice, praticamente un invaso di porfido comodo ed anche pratico, le fontanelle dell'acqua potabile invece sono a pochi metri dal pozzetto, ottima l'accessibilità e l'utilizzo.

Sempre nelle immediate vicinanze al "TopStop" si trovano i servizi igienici anche per disabili con le docce e la sauna e la lavanderia automatica, il ristorante, il bar e il parco giochi per bambini.
L'area di sosta Autocamp è aperta tutto l'anno, non ci sono limiti di permanenza e i cani sono ammessi.

Autocamp Sadobre
Campo di Trens - 39049 Vipiteno - Sterzing (BZ)
Tel.: +39 335.8121093
Coordinate GPS: 46.86786,11.484843  /  46°52'04.3"N 11°29'05.4"E

Comune di Campo di Trens (Freienfeld)
Via Trens, 100 - 39040 Campo di Trens (BZ)
Tel. +39 0472.647115 - Fax +39 472.647502

www.provinz.bz.it/turismo
www.suedtirol.info/it
www.provincia.bz.it
www.hometurismo.it
www.suedtirol-it.com/italiano
www.sudtirol.com
www.suedtirolerland.it

Campo di Trens (Freienfeld in tedesco) è un comune italiano della Provincia Autonoma di Bolzano.

Toponimi:
Il toponimo di Trens (una frazione) è attestato per la prima volta nel 827 come Torrentes, nel XI secolo come Trentas, Trents e Trentes e nel 1150 come Trens, e deriva probabilmente dal latino torrens ("torrente"). Nel 1923 il nome della frazione fu scelta dal fascismo come base per il nuovo nome italiano, Campo di Trens, creato solamente da Ettore Tolomei.
Il toponimo di Freienfeld è attestato nel 1364 come Frawdenvelt e nel 1446 come Frewdenfeld e significa "campo gioioso, ricco" (e non "campo libero di imposte").

Geografia fisica:
Campo di Trens è situato nella Val d’Isarco, 24 km a nord di Bressanone e 6 km a sud di Vipiteno, lungo la strada statale SS 12 dove la valle si apre, poco prima di Mules, fino a giungere alla piana di Vipiteno. L’originale nucleo del paese di Trens è situato su una posizione elevata, del versante orientale del “Giovo di Trens”, mentre il paese si è poi sviluppato verso valle sino alla statale; oltre questa vi è la ferrovia del Brennero, il fiume Isarco e l’autostrada A22 del Brennero.
Del comune fanno parte anche gli abitati di Stilves e di Mules, il primo nella piana di fronte a Trens al di là del fiume, il secondo 5 km a sud all’entrata della omonima Valle.

Origine:
La località era già abitata nella preistoria, come risulta dai reperti ritrovati presso la Chiesa di S. Valentino a Valgenäun, così come nel periodo romano con la pietra miliare di Settimio Severo, risalente al 201 d.C., ritrovata a Campo di Trens; la lapide di Aurelia Ruffina e la pietra sacra dedicata al dio della luce Mithras ritrovati a Mules.
Nel 450 il territorio fu invaso dai Bavari durante il loro spostamento verso sud. In un documento, risalente all’anno 827, Quartino fece dono delle sue proprietà, tra cui i villaggi di Stilves e Trens alla Chiesa di San Candido, mentre nel 990 circa Adalbert von Stilfes donava alla Diocesi di Bressanone le località di Stilves, Mules e Novale comprese le vallate.
Nel 1100 al casato degli Stilfes fu affidata, dal potere Vescovile, l’amministrazione dell’alta Val d’Isarco con sede presso il Castello di Rafeinstein; nel 1200, a causa dell’estinzione del casato, il Vescovo trasferì l’autorità ai Trauston che ottennero come feudo il Castello di Sprechenstein. Nel 1525, durante il periodo delle lotte contadine, la chiesa di Stilves fu saccheggiata più volte.

Dal 1800 a oggi:
Nell’agosto del 1809, durante la guerra di liberazione vennero catturati dai tirolesi, in una imboscata nei pressi di “Le Cave”, ora chiamata la “Stretta dei Sassoni”, 500 sassoni che combattevano per i francesi come truppe del Reno; per ritorsione fu incendiato il borgo di Flanes.
La riorganizzazione dei Comuni, effettuata nel 1849, comportò una riduzione di questi, che passarono da nove a tre: Stilves, Trens e Mules. Il 18 ottobre 1928, con un decreto, i tre comuni furono riuniti in un’ unica sede nel Comune di Campo di Trens.

Presso il centro abitato di Mules, è presente uno degli sbarramenti del Vallo Alpino Littorio in Alto Adige, un insieme di bunker voluti da Mussolini, che vanno a formare lo sbarramento di Mules.
Nell’ultimo periodo, del secondo conflitto mondiale, la zona fu colpita dai bombardamenti diretti principalmente al ponte ferroviario sul fiume ed al deposito di munizioni di Stilves.
Il Comune di Campo di Trens aderì, nel 1967, alla Comunità delle Valli della Val d’Isarco fino al 1979 per fondare, insieme agli altri comuni, la Comunità Comprensoriale Wipptal.

Santuario Maria di Trens:
Trens è anche un luogo di pellegrinaggio; infatti qui è l'immagine miracolosa di "Nostra Signora delle Valanghe", antica statua lignea della Madonna in piedi con il Bambino, risalente al 1470. La chiesa, in stile tardo gotico, ha una navata del 1498 e la parete sinistra, dove ha luogo la Cappella della Madonna, è ricoperta dai numerosi ex-voto.

Chiesa Parrocchiale di Stilves:
L'antico centro ecclesiastico è Stilves che tuttora è la chiesa principale del comune. La chiesa è dedicata a “San Pietro” ed è citata per la prima volta nell’827. L’interno è arredato in stile tardo-barocco e gli affreschi delle volte sono di Christoph Brandstätter.

Chiesa Parrocchiale di Mules:
La chiesa, che è dedicata a “Sant’ Osvaldo”, risale al 1329 ed è caratterizzata da un massiccio campanile in pietra con tetto a guglia. Gli affreschi interni sono opera di artisti diversi del XVIII e XIX secolo.

Architetture militari:
A sud del paese, verso la frazione di Mules si trova Castel Guelfo (tedesco Welfenstein), un castello privato.
Castel Pietra (tedesco Schloss Sprechenstein).
Castel Tasso (tedesco Schloss Reifenstein).

Aree naturali:
La gola Sachsenklemme.
Il lago di Ponteletto (tedesco Puntleider See), 1720 mt.

Si consigli agli utenti di mantenere un tono conforme alle regole del buon senso.

Hai letto la legenda? Leggila subito!