Al Roseto - Diano Castello

Indirizzo:Via Case Sparse in Regione San Siro, Diano Castello (IM)

Contatti: Info: Tel +39 0183.429540 / +39 338.8747313 - www.alroseto.it

Hai letto la legenda? Leggila subito!

Una delle novità degli ultimi tempi per questo approdo che tanto interesse suscita è l'ampliamento con altre due ampie terrazze con vista mare, la prima è ultimata ed è servita con allacci alla corrente elettrica, acqua potabile e scarichi diretti in piazzola.. una chiccheria, soprattutto per gli amici in caravan.. per il resto riconfermiamo quanto di buono tra cortesia, ospitalità e servizi di questa intraprendente famiglia ha per i propri ospiti.
La struttura è aderente al circuito Camper Voucher di www.areasostaitalia.it

L’Area Attrezzata "Al Roseto" è all'interno della storica Azienda Florovivaistica Patrucco che dal 1946 crea e seleziona le migliori varietà di rose per diffonderle in tutto il mondo.
La caratteristica della nuova area attrezzata per i camper "al Roseto" è quello di essere inserita in un contesto di magica atmosfera con più di 200.000 piante di rose, l'area è custodita e recintata ed anche videosorvegliata.
L'area camper è disposta su due livelli, in piano e su fondo stabilizzato in ghiaia compatto ed erba, l'ombregggiatura è  assente, però possiede l'illuminazione notturna e cosa importante, è possibile sistemarsi con tavolini e sedie all'ombra dei propri tendalini aperti.

Per gli ospiti l'azienda offre molti servizi tra cui un moderno pozzetto per lo scarico acque chiare e scure WC WASH, colonnine per l'elettricità, servizi igienici anche per i disabili puliti ed in ordine e le docce calde (€ 1,00), tre lavatoi per panni e tre lavelli per le stoviglie, un'area relax, infoPoint interno e lo spaccio aziendale per acquisti di prodotti tipici di produzione propria: olio di oliva taggiasca "prima spremitura", agrumi della riviera, primizie dell'orto, genuine prelibatezze tutte a Km zero e, ovviamente, non mancano mai le piante di rose di tutti i tipi, forme, profumi e colori.

Sempre all'interno di questa grande tenuta di 15.000 mq., dove può ospitare fino a 150 veicoli ricreazionali è presente un'angolo giochi per i bambini, un'area pic-nic e barbecue, distributori automatici per le bevande calde, è attivo il servizio noleggio biciclette e bombole del gas, il servizio bus navetta ed anche la connessione wi-fi.

All' ingresso dell'area di sosta c'è un passaggio pedonale (+ cicli/motocicli) a 800 metri dal mare e ancora meno al centro del paese di Diano Castello e i suoi servizi commerciali.
Sono i benvenuti gli animali al guinzaglio sotto il controllo e la responsabilità del padrone ed anche le caravan.
Il Roseto si trova nelle immediate vicinanze di Diano Marina, a poche centinaia di metri dal mare e da tutti i servizi e le attrazioni che la Riviera dei Fiori può offrire.

Tariffe giornaliere:
 Vedi sito web.
Apertura annuale e non ci sono limiti di pernottamento è però necessaria la prenotazione telefonica o via e-mail.
Per info e prenotazioni: Tel +39 0183.429540 (orario d'ufficio) oppure oppure Cell. +39 338.8747313

Al Roseto
Via Case Sparse in Regione San Siro - 18013 Diano Castello (IM)
Per info e prenotazioni: Tel +39 0183.429540 (orario d'ufficio)
Fax +39 0183.429543 oppure Cell. +39 338.8747313
www.alroseto.it
Coordinate GPS: 43.920221,8.07818  /  +43° 55' 12.80", +8° 4' 41.45"

Comune di Diano Castello
Via Meloria n. 2, - 18013 - Diano Castello (IM)
Tel. +39 0183.40771 - Fax +39 0183.4077299
www.comunedianocastello.it

www.rivieradeifiori.net
www.visitrivieradeifiori.it
www.pistaciclabile.com
www.rivieraligure.it
www.liguriadascoprire.it
www.turismoinliguria.it

Storia di Diano Castello

Il borgo di Diano Castello venne edificato intorno al X secolo, con il nome di Castrum Diani, come luogo di difesa contro le incursioni dei pirati saraceni.
Divenne come molti altri borghi savonesi dominio della famiglia Clavesana che governarono il comune fino alla seconda metà del XII secolo.Successivamente al dominio feudale il borgo di Diano Castello e l'intera vallata si costituì in una comunità indipendente chiamata Communitas Diani esercitando il potere di controllo anche nei borghi vicini.
Venne inglobata nella Repubblica di Genova seguendone le glorie e le sorti. Alcuni abitanti dianesi parteciparono alla famosa Battaglia della Meloria nel 1284, stabilendo con la vittoria la supremazia genovese sul mar Mediterraneo.
Subì l'occupazione dell'impero austro-ungarico nel 1747 e il dominio francese di Napoleone Bonaparte nel 1797. Dopo la caduta dell'imperatore francese venne annessa nel Regno di Sardegna nel 1815 e nel Regno d'Italia nel 1860. Subì notevoli danni strutturali alle case e ai monumenti artistici nel terremoto del 1887.

Architetture religiose:
Chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari. Costruita in stile barocco da Giovan Battista Marvaldi tra il 1699 e il 1725. All'interno, oltre al pregiato altare in marmo intarsiato, si possono ammirare il crocifisso ligneo di Anton Maria Maragliano e il coro del XVIII secolo.
Chiesa di San Giovanni Battista. In stile romanico, presenta il tipico interno a pianta longitudinale a vano unico.
Chiesa di Santa Maria Assunta. Costruita nel XII secolo in stile romanico, conserva un affresco del XV secolo.
Chiesa di Santa Maria degli Angeli.
Oratorio di San Bernardino e Santa Croce. Risalente al tardo Medioevo, è stato in gran parte restaurato nel XVII secolo.
Convento dei frati francescani del XVI secolo; nella chiesa si conserva la pala d'altare, olio su tela raffigurante San Pietro d'Alcantara, opera di Giovanni Battista Carlone.

Architetture civili:
Palazzo Comunale. Edificato nel XV secolo, già residenza dei Conti Quaglia, ha un grande affresco sulla facciata del palazzo rappresentante la vittoria genovese nella Battaglia della Meloria.

Si consigli agli utenti di mantenere un tono conforme alle regole del buon senso.